6 settembre 2018 Livio

Referendum ATAC, Radicali: chiediamo pubblicamente incontro con il PD romano

“Tra poco più di due mesi avrà luogo uno degli appuntamenti più significativi degli ultimi anni per la Capitale: il referendum sulla messa a gara del servizio di trasporto pubblico locale. Ma ancora pochissimi romani sono a conoscenza della scadenza dell’11 novembre. È fondamentale in questo momento prendere una chiara posizione ed incentivare il dibattito e la partecipazione popolare: per questo, riteniamo urgente incontrare movimenti e partiti politici a partire dai vertici del Pd romano. È questa un’occasione straordinaria di crescita civica e riforma strutturale“. Così in una nota Riccardo Magi, Alessandro Capriccioli e Francesco Mingiardi, promotori del Referendum Mobilitiamo Roma, e Simone Sapienza, segretario di Radicali Roma.

“Nella situazione di crisi totale in cui si trova la città, a partire da ATAC stessa, è necessario promuovere una visione alternativa da proporre ai cittadini, che hanno diritto di essere informati e di sapere che esiste una forma di opposizione costruttiva che li mette al centro delle decisioni più importanti, dando loro la possibilità, ad esempio, di rivoluzionare la situazione drammatica del trasporto pubblico locale. Il Sì al referendum infatti vorrebbe dire la volontà di restituire all’amministrazione il pieno controllo sui gestori del servizio, pubblici o privati che siano, togliendo alla politica il giocattolo di ATAC per privilegiare la pianificazione di un servizio tarato finalmente sulle esigenze dei cittadini. Chiediamo quindi pubblicamente al Partito Democratico di fissare un incontro, perché è giunto il momento di fare chiarezza”.

Tagged: , ,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *