24 ottobre 2018 Livio

Magi: sicurezza cittadini a rischio, con Referendum 11/11 parola a loro

“È urgente accertare cause e le responsabilità del crollo della scala mobile in una stazione della metropolitana di Roma. È gravissimo infatti che nella Capitale d’Italia non sia garantita la sicurezza di chi si serve del trasporto pubblico, che si tratti degli autobus che vanno a fuoco, o come in questo caso delle metropolitane. Per questo va verificato che non sia stata ancora una volta la mancanza di manutenzione a mettere a rischio l’incolumità dei passeggeri. La sindaca e l’amministrazione M5S sbandierano con toni trionfalistici un bilancio di Atac tornato minimamente in attivo – come se si potesse davvero parlare di attivo per un’azienda con 1300 milioni di debito – ma è un giochino da ragazzi tornare in attivo tagliando investimenti e sacrificando la qualità del servizio: non vorremmo che la necessità di fare cassa con il concordato preventivo stia pregiudicando la sicurezza dei cittadini.
Con il Referendum dell’11 Novembre saranno proprio i cittadini romani esprimersi sul trasporto pubblico; noi proponiamo che la gestione del servizio sia messa a gara tra aziende pubbliche e private e che il Comune torni a fare il Comune: cioè a garantire ai cittadini un vero servizio pubblico sicuro ed efficiente. Un servizio oggi compromesso dalla totale sovrapposizione tra controllore e controllato.
Nell’attesa che sia fatta la dovuta chiarezza sulla dinamica dell’incidente di ieri, tutta la nostra vicinanza alle persone coinvolte”, lo dichiara Riccardo Magi, Deputato di +Europa e Segretario di Radicali Italiani, promotore del referendum sulla messa a gara del tpl a Roma.

Tagged: , ,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *